Codice etico

Tutti coloro i quali abbiano rapporti o interessenze con l’Associazione Internazionale

AREIA sono tenuti a rispettare il Codice Etico dell’associazione, quanto meno durante
l’espletamento dei rapporti con l’associazione medesima.

ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE E DESTINATARI
1) Il Codice contiene i principi etici che i soggetti apicali dell’Associazione e i soggetti
sottoposti alla loro direzione e vigilanza, nonché il comitato di redazione, il
comitato scientifico, gli autori, i dipendenti, consulenti, collaboratori, fornitori,
partner d’affari e tutti coloro che operano in nome o per conto dell’associazione (di
seguito chiamati “Destinatari”) sono tenuti a rispettare.
ART. 2 PRINCIPI GENERALI
1) L’Associazione ripudia ogni discriminazione delle persone basata sul sesso, sulle
etnie, sulle lingue, sulle condizioni personali e sociali, sul credo religioso e politico.

2) Tutte le attività poste in essere in nome e per conto dell’Associazione devono essere
svolte nel rispetto assoluto delle leggi e dei regolamenti vigenti nella comunità in
cui operano. Ciascun Destinatario s’impegna ad acquisire con diligenza e serietà la
necessaria conoscenza delle norme di legge e dei regolamenti applicabili allo
svolgimento delle proprie funzioni, come nel tempo vigenti.
ART.3 REGOLE:
1) I Destinatari perseguono, nello svolgimento della collaborazione, gli obiettivi e gli
interessi generali della Associazione esposti nello statuto.

2) I Destinatari informano senza ritardo, tenuto conto delle circostanze, i propri
referenti delle situazioni o attività nelle quali potrebbero essere titolari di interessi
in conflitto con quelli dell’Associazione Internazionale AREIA (o qualora di tali
interessi siano titolari prossimi congiunti), ed in ogni altro caso in cui ricorrano
rilevanti ragioni di convenienza. I Destinatari rispettano le decisioni che in
proposito sono assunte dall’Associazione.

ART.4 INTERAZIONI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE:
1) I comportamenti richiesti agli Amministratori, a tutti i dipendenti e collaboratori a
vario titolo nei confronti della PA, da qualsiasi soggetto e di qualsiasi livello
rappresentata, avranno come base il rispetto delle norme generali di questo codice,
consci della pericolosità per l’Associazione di comportamenti anomali e/o
fraudolenti da o verso un Pubblico Amministratore o un Pubblico Dipendente.

ART.5 VIOLAZIONE:

1) In caso di violazione, da parte di Dirigenti e dei Destinatari, delle procedure
previste dal presente Codice, nell’espletamento delle Attività Sensibili o di un
comportamento non conforme alle prescrizioni, si provvederà ad applicare le
misure più idonee, tenuto conto della gravità della violazione e della eventuale
reiterazione, del livello di responsabilità e dell’eventuale intenzionalità.

ART. 6: DIFFUSIONE:
1) L’Associazione Internzionale AREIA dà diffusione attraverso il portale
http://www.areia-aiar.org/del presente codice.

ART. 7: DISPOSIZIONI FINALI
1) Il presente Codice Etico è stato approvato ed adottato dal Direttivo
dell’Associazione Internazionale AREIA l’8 luglio 2013 e si propone di esplicitare i
principi ed i valori perseguiti dall’Associazione Internazionale AREIA.

Scarica il documento in pdf